DIDATTICA MUSEALE

bimbi_castello_w

Progetti didattici per Musei e Case Museo

Partendo da un’ottima base di competenza del campo della storia dell’arte, siamo in grado di progettare percorsi didattici per adulti e per bambini in qualsiasi situazione storico/artistica.

Ci avvaliamo della collaborazione di ottime guide con esperienza decennale.

Didattica museale, comprendiamone il significato.

I musei rappresentano una risorsa educativa inesauribile, da utilizzare sistematicamente nell’insegnamento, non solo come ausilio per la comunicazione visiva, ma per i valori di cui sono portatori, l’autenticità e la concretezza dei documenti presentati, la completezza delle collezioni, la multidimensionalità dei linguaggi espositivi. Secondo la definizione dell’ICOM, l’organizzazione internazionale dei musei e degli operatori museali, il “museo” è “un’istituzione permanente, senza fini di lucro, aperta al pubblico, al servizio della società e del suo sviluppo, che compie ricerche, acquisisce, conserva e, soprattutto, espone le testimonianze dell’umanità e del suo ambiente a fini di studio, educazione e diletto (v. Statuto dell’ICOM, 1951).

Per “didattica museale” si intende, allora, l’insieme delle metodologie e degli strumenti utilizzati dalle istituzioni museali e da quelle scolastiche per rendere accessibili ad un più vasto pubblico collezioni, raccolte, mostre e in generale ogni tipo di esposizione culturale. Ma tale definizione non è esaustiva della complessa realtà rappresentata. Per questo appare particolarmente utile ripercorrere le principali fasi del costituirsi della Didattica Museale in Italia a partire dal secondo dopoguerra.

Le origini
Si può affermare, infatti, che – almeno in Italia si inizia a parlare di “Didattica museale” nei primi anni della Repubblica formatasi con la Costituzione del 1947. Nel quadro generale della ripresa della vita civile, dopo il duro periodo bellico, anche numerosi musei italiani si riaprirono al pubblico con programmi innovativi, come la Pinacoteca di Brera, il Poldi Pezzoli di Milano, la Galleria degli Uffizi a Firenze, la Galleria Borghese, il Museo Etrusco di Villa Giulia e i Musei Comunali a Roma, il Museo del Sannio a Benevento, il Museo Nazioalwe di Regggio Calabria e quello di Messina, il Museo della Scienza e della Tecnica di Milano. Questi musei offrirono al pubblico programmi culturali profondamente innovativi, il cui denominatore comune era rappresentato da un grande impegno culturale e civile. In questa prospettiva la scuola era vista come il principale elemento propulsore per il progresso civile della società nel suo insieme.

5 thoughts on “DIDATTICA MUSEALE

    1. Buongiorno, scusi l’attesa.
      Si facciamo feste ovunque, non so se le conviene per questione del costo della trasferta Milano-bergamo

  1. Salve
    io avrei bisogno x una festa di compleanno di una bimba di 5 anni della figura di frozen x un 20 minuti potete dirmi il costo

    1. Buongiorno, le nostre feste di compleanno a tema Frozen durano due ore. Comprendono truccabimbi, palloncini, babydance, giochi a tema, ecc.
      Oppure vuole la presenza soltanto di una comparsa vestita da Elsa, o della mascotte di Olaf?
      Non è ben chiara la sua necessit
      Cordialmente

  2. Buonasera per una festa di compleanno di una bambina di 4 anni circa 10 bambini cinisello balsamo/monza ancora nn abbiamo deciso la location con truccabimbi, palloncini, babydance, giochi a tema, ecc. Quanto è la tariffa?
    Se volessimo anche la mascotte di elsa di frozen quanto verrebbe?
    Per due ore giusto?
    Grazie e buona serata

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *